Le porte del Paradiso durante le pandemie


3
3 points

Le buchette del vino: valida alternativa per evitare i contatti interpersonali durante le pandemie

Sei un amante del vino?  Sapevi che Firenze è tempestata di buchette del vino?

Buchetta del vino

Probabilmente non sai di cosa sto parlando, ma sono sicura che almeno una volta nella vita ti sei accorto di queste strane finestrelle che si trovano sui muri, sui portoni e addirittura sulle grate di ferro. Queste “finestrelle” venivano usate dai cittadini di Firenze per vendere e acquistare vino. Antecedentemente erano fornite di uno sportello in legno, al quale il compratore bussava a un orario stabilito e richiedeva al vinaio una dose di vino. Queste finestrelle, che hanno il nome di buchette del vino, sono esattamente alte e larghe quanto un fiasco di vino.

Buchetta del vino della gelateria Vivoli
Buchetta del vino della gelateria Vivoli

Molte delle 178 buchette del vino presenti tra le strade di Firenze sono ormai in disuso, molte già murate. Ma ci sono sette ristoranti e bar che hanno deciso di sfruttarle per riportare una parte di storia ancora fra noi. Tra queste troviamo

l’Osteria delle Belle Donne, la Gelateria Vivoli, l’Osteria delle Donne, il Latini, l’Osteria delle Brache, La Chintina e Babae che, se richiesto, ti passeranno le loro pietanze attraverso la buchetta.

Queste finestrine, chiamate anche “Porte del Paradiso” per ovvi motivi, sono state sfruttate soprattutto durante questa emergenza sanitaria che limitava i contatti interpersonali, anche per strappare un sorriso ai fiorentini demoralizzati da questa pandemia globale. Questo evento riporta alla peste seicentesca durante la quale ci si serviva delle buchette per evitare i contatti tra persone usando palette di metallo per ritirare i soldi, che poi venivano disinfettati nell’aceto, e appunto queste nicchie per scambiare il fiasco nuovo con quello vuoto.

Buchetta del vino di Via delle Belle Donne
Buchetta di Via delle Belle Donne

All’angolo di via delle Belle Donne e via del Sole, puoi trovare una

buchetta sulla quale c’è una lapide che indica tutti i giorni e orari della vendita del vino.

La buchetta più conosciuta è quella posta in Via del Giglio 2 sul palazzo Bartolini Salimbeni Viviani. Sopra la facciata tipicamente fiorentina, possiamo notare una targa che indica l’orario per l’acquisto del vino.

Buchetta del vino di Via del Giglio
Buchetta di Via del Giglio

buchettedelvino.org/onewebmedia/FIRENZE%2520IT%252016ott20.pdf&_r=1 a questo link troverai le più famose buchette del vino di Firenze che potrai fotografare e classificare perché ognuna ha un proprio stile e differisce dalle altre.


Like it? Share with your friends!

3
3 points
Viola Rinaldi

0 Comments

What's Your Reaction?

fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
1
love
lol lol
1
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win